Mission

LE STAZIONI come punto di quiete, non di arrivo o di partenza. Nodo focale attorno a cui ragionare. Stazioni come tappe, necessarie al completamento di un percorso, le stazioni saranno stanze espositive. Si tratta di un progetto aperto il cui senso è nel suo svolgimento, non solo nella sua forma: nel coinvolgimento e nella sperimentazione.


Le Stazioni #
è un progetto realizzato da Le Stazioni Contemporary Art.
Si tratta di una serie di lavori, basate sulle sperimentazioni e sulla ricerca di alcuni artisti, tra i più importanti della nuova scena internazionale.
Le esposizioni mostreranno una particolare attenzione all’utilizzo di nuove tecnologie e di tecnologie sperimentali.
La video arte stessa, che pure ha un passato abbastanza recente e una storia basata sulla sperimentazione verrà spesso posta al centro del dibattito sulla visione nel contemporaneo e sulla tecnologia.
La video arte per sua natura si modifica e si evolve continuamente: nuova tecnologia, nuove invenzioni, nuovi schermi, nuove possibilità, nuove tecniche di visione.
Altro ruolo di prestigio verrà dato alle installazioni, siano essere sonore, tattili, o attraversabili.
Lavori site e situation specific saranno mostrati e pensati in base al luogo espositivo e al contesto.
Le sedi delle Stazioni si modificano ad ogni intervento


LE STAZIONI è un contenitore tematico.
Non è una galleria artistica in senso classico.
Promuove e collabora sinergicamente con altre realtà e con numerosi artisti, convinta che la ricerca e la valorizzazione delle idee innovative e della sperimentazione sia il nodo stesso del progresso artistico e della ricerca.
Si muove nel mondo dell’arte contemporanea, della critica, delle esposizioni, del design di alto livello, in una continua ricerca di dialogo.
Non si tratta di risolvere problemi ma di porli e portarli verso il loro livello più interessante. Quello del dialogo e della propositività.


LE STAZIONI significa le tappe, il percorso, il viaggio, il camminare.
Tutto il mondo si muove, procedendo per gradini, per stazioni.
Le Stazioni si muove attorno alle possibilità della visione, aiutando gli artisti a sperimentare e lavorare, a mettersi in mostra.
Al contempo ci muoviamo nella geografia del mondo, individuiamo luoghi e momenti e creiamo tappe della nostra crescita, elaborando contest e concept adatti volta per volta.
Le Stazioni interpreta la visione come pensiero e il pensiero come visione, in una instancabile dialettica del movimento e nel movimento stesso del progresso.