Chi siamo

Le stazioni viste come punto di quiete, non di arrivo o di partenza Nodo focale attorno a cui ragionare. Stazioni come tappe, necessarie al completamento di un percorso, le stazioni saranno stanze espositive. Si tratta di un progetto aperto il cui senso è nel suo svolgimento, non solo nella sua forma: nel coinvolgimento e nella sperimentazione. Gli artisti, provenienti dalla scena del panorama italiano e internazionale, anche quelli di formazione più classica, si confronteranno con la video arte e con le nuove tecnologie.

Carlo Cinque ideatore del progetto, è un esperto in comunicazione dei mercati dell’arte e della cultura. Ha una formazione trasversale che spazia dalla regia di opere liriche in maggiori teatri italiani, agli allestimenti di produzioni televisive RAI, alla cura di importanti mostre ed aste d’arte in Italia e all’estero. Ha sviluppato una polifunzionale conoscenza nel settore della comunicazione e della valorizzazione dei beni culturali, con particolare attenzione alla curatela, all’organizzazione e all’allestimento di eventi di profilo artistico.

Per la propria comunicazione Le Stazioni collabora con la rivista Pensiero Meridiano e con il suo ideatore Fabrizio Pizzuto